Cambiare casa no stressIl progettoLa ristrutturazione

La prima volta che ristrutturi casa

la prima volta che ristrutturi casa

La prima volta che ristrutturi casa sei inebriato come quando hai fatto il primo viaggio da solo, hai guidato la macchina appena preso la patente, o hai superato il primo esame all’università.

Col passare dei giorni però, dovrai prendere molte decisioni e l’entusiasmo iniziale si trasformerà in preoccupazione, talvolta in ansia e paura.

Nel ristrutturare casa è facile imbattersi in questa situazione, l’adrenalina diminuisce velocemente.

Ma non ti devi preoccupare, quello che puoi fare è solo prendere consapevolezza che è normale perdere l’entusiasmo, perché la razionalità fa emergere la paura di sbagliare, di non saper scegliere, di buttare via i soldi.

Ristrutturare casa significa affrontare problemi, imprevisti, cambiamenti.

La maggior parte delle persone decide di ristrutturare casa perché quella attuale non risponde più alle proprie esigenze.

Vogliono una casa che li aiuti nella routine quotidiana.

Per quello l’entusiasmo all’inizio è mille. Poi, capiscono che non è solo un gioco, ma anche un impegno.

Come diceva Seneca

"Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare"

E, se Seneca non sbagliava, anche per ristrutturare casa prima bisogna avere ben chiara la rotta.

Allora basta immaginare la ristrutturazione di casa come un traguardo, che per essere raggiunto ha bisogno di una buona  pianificazione.

La pianificazione comporta sempre preparazione, oltre che tanta costanza e impegno.

Chiarisci bene quello che vuoi dalla tua casa: ascoltati, ascoltati, ascoltati…

Interpreta le tue esigenze, i tuoi desideri, immagina come creare l’ambiente ideale in cui vivere, crescere e cambiare.

 

Focalizzati e guardati da fuori.

Quello che stai pensando è quello che cerchi? 

 

La casa ha un compito complesso: riuscire a farti stare bene.

Perciò pensaci ogni volta che prendi una decisione o fai una scelta.

 

Per riuscirci considera:

  1. I tuoi desideri: gli obiettivi del tuo progetto di ristrutturazione
  2. I ruoli e le responsabilità: chi farà cosa
  3. Il budget: quante risorse finanziare puoi mettere in campo
  4. Le tempistiche: quanto tempo hai a disposizione
  5. Il piano degli imprevisti: come affronterai eventuali problemi

 

In cosa ti può aiutare tutto questo?

A evitarti costosi errori e a gestire gli imprevisti, per non ritrovarti insoddisfatto ed arrabbiato.

Seguire questi passi è un ottimo inizio, ma non è tutto.

La sfida che ti attende è usare la creatività per dialogare con i tuoi desideri e trasformarli da idea a realtà.

 

Se hai ritenuto interessante questo articolo iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su novità ed eventi.

 Seguimi su

 

 

AL PROSSIMO ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.