Il progettoLa ristrutturazione

Incentivi fiscali edilizi 2021

incentivi fiscali edilizi 2021

A tutti capita di attraversare dei momenti di confusione, nei quali prendere la decisione giusta sembra un’impresa.

Decisioni importanti per il lavoro, per la vita che possono trasformarsi  in dolori, se non si è abbastanza lucidi.

Spesso però il caos aiuta una mente confusa a trovare nuove idee, risolvere problemi e trovare soluzioni, a essere più flessibili.

Insomma come scriveva Giacomo Leopardi: la quiete dopo la tempesta!

Negli ultimi mesi per me è stato proprio così, una grande confusione  in testa!

Sto studiando tanto per cercare di comprendere la nuova normativa del Superbonus 110% (ad oggi ancora poco chiara) e integrarla con le normative esistenti già abbastanza complicate.

Ho scritto quesiti all'Agenzia delle Entrate, all'Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) sperando in una risposta, insomma ho dovuto capire come comportarmi.

Mi sono confrontata con i miei clienti per aiutarli a capire che non è scontato poter accedere agli incentivi fiscali, è necessario verificare che non ci siano abusi, che tutto sia regolare o sanabile, e studiare un adeguato progetto non solo architettonico, ma anche impiantistico, strutturale ed economico insieme ad altri professionisti.

Tutto questo prima di iniziare tracciare una linea su un foglio! Insomma a fare quello che dovrebbe essere il mio lavoro, cioè progettare!

Detto questo, credo che i numerosi incentivi fiscali, siano un'ottima opportunità per ristrutturare i propri immobili, ma attenzione, non crediate che sia tutto gratis, e soprattutto che si possa sempre fare.

In questo articolo non voglio entrare nel merito tecnico e fiscale dei singoli incentivi, ma farti un elenco sintetico di tutte le possibilità che hai a disposizione per ristrutturare i tuoi immobili risparmiando un po’ di denari.

Non sarà un articolo divertente, ma spero ti sia utili per districarti nel complicato universo delle detrazioni fiscali edilizie.

Con la L. 178 del 30.12.2020 “Legge di Bilancio 2021” (pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 46 alla Gazzetta Ufficiale n. 322 del 30 dicembre 2020), sono stati conferma per il 2021 gli incentivi fiscali esistenti.

 

Eccoli riassunti qui sotto!

 

Bonus Ristrutturazioni Edilizie

Rinnovato anche per il 2021 la detrazione fiscale al 50% per le ristrutturazioni edilizie.

Limite massimo di spesa pari a  96.000 euro per singola unità immobiliare. La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali

Gli incentivi possono essere applicati a:

  • singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali;
  • parti comuni condominiali di edifici residenziali.

I principali interventi che danno accesso al Bonus Ristrutturazioni Edilizie sono:

  • la manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo, esclusivamente effettuate sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e sulle loro pertinenze;
  • la manutenzione ordinaria, straordinaria, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo sulle parti comuni condominiali di edifici residenziali;
  • recupero a fini abitativi di sottotetti esistenti
  • l’eliminazione delle barriere architettoniche per rendere più agevole la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap
  • la realizzazione di opere finalizzate al miglioramento energetico, mediante installazione di impianti fotovoltaici;

E’ prevista inoltre, la detrazione del 50% per l’acquisto di immobili ristrutturati a uso abitativo.

 

Bonus Mobili

Rinnovato anche per il 2021 la detrazione fiscale al 50% per il Bonus Mobili.

Limite massimo di spesa pari a  16.000 euro. La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali

Spetta per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ o superiori destinati ad arredare l’ immobile oggetto di ristrutturazione.

Attenzione!

Puoi usufruire del Bonus Mobili solo se hai anche beneficiato del Bonus Ristrutturazioni Edilizie.

 

Bonus Idrico

Rinnovato per  2021 un contributo di 1.000 euro entro il 2021 per gli interventi relativi alla sostituzione di sanitari e rubinetti con apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Le modalità del contributo non sono state ancora chiarite.

I principali interventi che danno accesso al Bonus Idrico sono:

  • la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, comprese le opere idrauliche e murarie propedeutiche e lo smaltimento degli elementi esistenti;
  • la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, comprese le opere idrauliche e murarie propedeutiche e lo smaltimento degli elementi esistenti.

 

Bonus Facciate

Rinnovato anche per il 2021 la detrazione fiscale al 90% per il Bonus Facciate riguardante i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria delle facciate degli edifici.

Condizione importante è che gli immobili si trovino nelle zone A e B, indicate nel decreto ministeriale n.1444 del 02.04. 1968, o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali vigenti.

Limite massimo di spesa non previsto.

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali.

Alcune specifiche riguardo alle zone:

Zona A: comprende le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi.

Zona B: include le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A. In particolare, si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5% (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore a 1,5 mc/mq. Quindi restano escluse gli edifici che ricadono in zone a bassa densità abitativa.

 

Ecobonus

Rinnovato anche per il 2021 la detrazione fiscale al 50% - 65% - 85% per la riqualificazione energetica.

Limite massimo di spesa variabili a seconda dell’intervento.

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali

I principali interventi che danno accesso all’EcoBonus sono:

Detrazione al 50%:

  • serramenti e infissi;
  • schermature solari;
  • caldaie a biomassa;
  • caldaie a condensazione classe A.

Attenzione!

Se serramenti e infissi, schermature solari e caldaie a condensazione in classe A vengono installati in parti comuni condominiali o in tutte le unità del condominio, fruiscono di una detrazione pari al 65%.

Detrazione al 65%:

  • riqualificazione globale dell'edificio;
  • caldaie condensazione classe A+ Sistema termoregolazione evoluto;
  • generatori di aria calda a condensazione;
  • pompe di calore;
  • scaldacqua a pdc;
  • coibentazione involucro;
  • collettori solari;
  • generatori ibridi;
  • sistemi di building automation;
  • microcogeneratori.

Detrazione al 70%:

  • parti comuni dei condomini isolamento termico dell’ involucro dell’edificio con superficie coibentata > 25% superficie disperdente. Si passa se oltre al requisito precedente viene raggiunta un’adeguata “qualità media” dell’involucro.

Detrazione al 80%:

  • parti comuni dei condomini  isolamento termico dell’ involucro dell’edificio con superficie coibentata > 25% superficie disperdente + riduzione di 1 classe di rischio sismico.

Detrazione al 85%:

  • parti comuni dei condomini isolamento termico dell’ involucro dell’edificio con superficie coibentata > 25% superficie disperdente + riduzione di 2 classi di rischio sismico

La novità introdotta dal D.L. n. 34/2020 “Decreto Rilancio” è l’ormai noto art. 119  con detrazione fiscale del 110%  fino al 31 dicembre 2022 per i seguenti interventi

  • Isolamento termico superfici opache verticali, orizzontali e inclinate
  • Materiali isolanti in rispetto ai criteri minimi ambientali
  • Impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda
  • Impianti a pompa di calore e condensazione
  • Impianti ibridi o geotermici abbinati ad impianti fotovoltaici
  • Miglioramento di almeno 2 classi energetiche da dimostrare attraverso
  • Installazione impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo

Per il Superbonus 110% esiste una normativa riservata che ha come base la distinzione tra interventi trainati e trainanti, propedeuticità per poter accedere  e chi più ne ha ne metta!

Te ne parlerò in un articolo a parte, non ti preoccupare J

Si tratta di interventi che fino ad oggi sarebbero rientrati nell’Ecobonus.

Per questo il Superbonus è detto anche Ecobonus 110%.

Attenzione!

Se non riesci a rispettare tutti i requisiti per ottenere il Super Ecobonus al 110% è possibile sempre usufruire del vecchio EcoBonus.

 

SismaBonus

Rinnovato anche per il 2021 la detrazione fiscale del 50% per la messa in sicurezza del patrimonio edilizio esistente.

Limite massimo di spesa 96.000 euro per singola unità immobiliare e per ciascun anno .

La detrazione deve essere ripartita in 5 quote annuali

La detrazione può arriva fino al 70-80%  quando gli interventi sull’immobile riescono a ridurre il rischio sismico di 1 o 2 classi.

Inoltre, se gli interventi  sono stati realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali, la detrazione passa all’85%.

L’agevolazione fiscale può essere usufruita per interventi realizzati su tutti gli immobili residenziali e  produttivi.

Il Decreto “Rilancio” ha innalzato le detrazioni fiscali  per il Sisma Bonus al 110% così come per gli interventi di efficientamento energetico visti prima.

Puoi beneficiare del Super Sisma Bonus tutti quegli interventi che migliorano la stabilità sismica ovvero a riducano il rischio sismico dell’edificio.

 

Bonus Verde

Rinnovato anche per il 2021 la detrazione fiscale al 36%  per il Bonus Verde

Limite massimo di spesa pari a  5.000 euro per singola unità edilizia residenziale. La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali

I principali interventi che danno accesso al Bonus Verde sono:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Riassumendo

 

Concludo questo lungo articolo con le ulteriore possibilità introdotte dall’ art. 121 del D.L. n. 34/2020 “Decreto Rilancio”, oltre l'utilizzo diretto della detrazione sono la cessione del credito e lo sconto in fattura

Art. 121

Opzione per la cessione o per lo sconto in luogo delle detrazioni fiscali

I soggetti che sostengono, negli anni 2020 e 2021, spese per gli interventi elencati [*] possono optare, in luogo dell'utilizzo diretto della detrazione spettante, alternativamente:

  1. a) per un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dai fornitori che hanno effettuato gli interventi e da questi ultimi recuperato sotto forma di credito d'imposta, di importo pari alla detrazione spettante, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari;
  2. b) per la cessione di un credito d'imposta di pari ammontare, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

[*]

  1. manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari nonché dei precedenti interventi e di quelli di manutenzione ordinaria effettuati sulle parti comuni degli edifici;
  2. riqualificazione energetica rientranti nell’Ecobonus ordinario, quali, ad esempio, gli interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento o delle finestre comprensive di infissi, gli interventi sulle strutture o sull’involucro degli edifici, nonché quelli finalizzati congiuntamente anche alla riduzione del rischio sismico;
  3. misure antisismiche rientranti nel Sismabonus: l’opzione può essere esercitata anche con riferimento alla detrazione spettante per l’acquisto delle “case antisismiche”;
  4. recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, per i quali spetta il bonus facciate prorogato dalla Legge di Bilancio 2021.

La possibilità di  sconto in  fattura/cessione del credito è fruibile per il bonus ristrutturazioni oltre che per tutti gli altri interventi edilizi per i quali è prevista la detrazione del 50%, per l’Ecobonus 65%, per il Sismabonus e per gli interventi agevolabili al 110% con il SuperBonus.

Ed è fruibili da qualsiasi cittadino che esegua interventi edilizia, anche se incapiente, è questa la grande novità  introdotta

 

Ti lascio alcuni link utili:

  • https://www.legislazionetecnica.it/7066880/news-edilizia-appalti-professioni-tecniche-sicurezza-ambiente/bonus-interventi-edilizi-2021
  • https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Bonus_Mobili_012021.pdf/08565088-428b-ba64-1ce9-1823d86cbef4
  • https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Ristrutturazioni_edilizie08092019.pdf/3a3c355b-249d-358a-ae69-a22cff87838b
  • https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/superbonus
  • https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Bonus_Facciate.pdf/129df34a-b8b7-5499-a8fb-55d2a32a0b12
  • https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Sisma_Bonus08092019.pdf/f2ccf427-ab2f-5e7b-096a-71e7f8357d43
  • https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Agevolazioni+fiscali+per+risparmio+energetico+it_Guida_Agevolazioni_Risparmio_Energetico.pdf/364ab72b-b873-c28e-1e75-0ebbf0cdd7a5

 

 

Se hai ritenuto interessante questo articolo iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su novità ed eventi.

Hai bisogno di aiuto? Clicca qui 

 

CHI SONO

Manuela Carpaneto Architetto

 

Sono Manuela, Architetto e Professional Organizer

ti aiuto a disegnare te stesso, attraverso lo spazio e lo stile di vita con cui lo progetti.

Con il mio lavoro ti sostengo nell'affrontare i cambiamenti: progetto, organizzo, semplifico.

Ti aiuto a sconfiggere la confusione invece di crearne nuov, curo ogni minimo dettaglio.

Condivido non solo competenze teoriche, ma tutto ciò che ha migliorato concretamente la mia vita.

AL PROSSIMO ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.