Il progetto

Come progettare e organizzare in poche mosse il tuo ufficio in casa

Lavorare da casa negli ultimi anni non è più un obbligo imposto da ragioni economiche, ma una scelta consapevole di liberi professionisti e freelance.

Perché?

  • Permette di ottimizzare i tempi.
  • Risparmiare e organizzare meglio e più liberamente i propri impegni.

 

Se anche tu stai meditando di entrare nel grande mondo degli “home workers”  forse posso darti una mano.

 

Primo passo pensa a quell'angolo in casa che può fare al caso tuo

Uno spazio solo tuo che ti isoli dal mondo esterno, da tutte le distrazione domestiche: come sdraiarsi sul divano, guardare la televisione e perché no fare la lavatrice, preparare da mangiare, ecc… Perché la produttività scende e rischi di non portare a termine gli impegni lavorativi.

Uno spazio che ti rappresenti, che rappresenti la tua personalità, che ti assomigli.

La scelta di lavorare da casa può avere molti effetti negativi, per cui  fin da subito stabilisci dei confini tra lavoro e famiglia.

 

Secondo passo organizza lo spazio di lavoro

Chiediti: “Cosa voglio ottenere dal mio spazio di lavoro?" Chieditelo sempre indipendentemente dalla dimensione dello spazio che hai a disposizione, anzi se hai a disposizione un piccolo angolo o addirittura solo il tavolo della cucina ancora di più.

Capito cosa vuoi, fai in modo che il tuo spazio sia: pratico, funzionale e organizzato

 

 

Come fare

1. Dividi per funzioni

Uno spazio solitamente ha più funzioni al suo interno, etichettare mentalmente ogni singola zona ti renderà più semplice la gestione.

Esempio
zone scrivania
zona archivio (e scaffalature per contenere documenti e cartelle)
zona svago/relax
zona strumenti utili e scorte

P.S. Anche se lavori sul tavolo della cucina queste regole in piccolo e con i dovuti adattamenti valgono ugualmente.

2. Definisci un posto per ogni cosa

Questo ti aiuterà ad aumentare la produttività sul lavoro. Eviterai di perdere in media 2 ore alla settimana nel cercare quello che ti serve, ma che non trovi.

  • risparmi energia -->non dovrai più dire «Dove l’ho messo?»
  • risparmi tempo --> se ci metti 10 minuti a trovare un documento la produttività scende drasticamente.
  • pianifichi meglio --> mente più libera e più tempo a disposizioni per pensare alle attività importanti.

Consiglio

Utilizza 3 categorie: uso – prossimità - similitudine e etichetta sempre tutto!

 

Dove ricavarlo

Puoi ricavarlo dove meglio credi, basta che tu abbia la sensazione che in quello spazio sarai “super” produttivo!

Se non hai un’intera stanza,  non preoccuparti uno spazio qualsiasi, anche il più piccolo può trasformarsi in un pratico angolo di lavoro, ti basterà uno scrittoio e una seduta.

In commercio ne esistono di forme e dimensioni svariate, progettati per integrarsi con facilità nei vari ambienti della casa.

Se lo spazio te lo consente arricchiscilo di mensole e cassetti per una perfetta soluzione salvaspazio.

 

Come deve essere

A. Illuminazione

Preferibilmente naturale e con la scrivania posizionata di fronte alla finestra per creare una relazione tra te e quello che c’è fuori. Attrezzati con una lampada da tavolo, necessaria se il tuo angolo di lavoro è posizionato in una zona con poca luce, ma anche se devi lavorare la sera.

B. Arredi e complementi

Ti consiglio arredi dalle tonalità chiare perché aiutano maggiormente la concentrazione. Evita però di arredare tutto solo con tinte chiare, scegli per i complementi e la seduta colori vivaci. Non dimenticarti un set coordinato di portapenne e vassoi di varie dimensioni (David Allen docet!), indispensabili per contenere tutti quegli accessori (penne, matite, blocchetti, graffette, ecc) che altrimenti si accumulerebbero sulla scrivania.

C. Colori delle pareti

Il colore con cui scegli di tinteggiare le pareti è molto importante, specialmente se desideri aumentare la concentrazione o creatività. Puoi decidere di seguire le indicazioni della cromoterapia,  come è noto il:

  • blu e verde: rilassamento
  • rosso: vitalità
  • giallo: energia
  • viola: creatività;
  • bianco: concentrazione

Se invece  hai 1 o 2  colori preferiti che ti fanno stare bene e ti suscitano emozioni positive, non farti influenzare e sceglili.

D. Piante

Numerosi studi dimostrano che inserire piante nello spazio lavorativo migliorano la produttività, l'umore e purificano l'aria.

A te la sceltale varietà sono molteplici tillandsia cyanea, dracena, sansevieria, edera comune, piante grasse, bambù, giglio, aloe, spatifillo, filodendro, melissa, potos, ecc.

E. Bacheca motivazionale

Scegli una frase o foto d’ispirazione che ti dia la giusta carica guardandola e posizionala proprio di fronte a te. Sembra una banalità, ma ti aiuterà nei momenti di difficoltà, perché avrai sempre presente il tuo obiettivo.

F. La  scrivania

Un capitolo solo per sé lo merita l’organizzazione della tua centrale di comando: la scrivania

Hai mai sentito parlare della regola del bersaglio? Ti piacerebbe scoprire di cosa si tratta? Nel prossimo articolo te lo svelerò.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.