Cambiare casa no stressDecluttering

Come capire quali sono gli oggetti superflui che hai in casa

Quanto ti prendi cura del tuo benessere in casa?

Test - Quanti oggetti hai in casa?

  1. TANTI
  2. ABBASTANZA
  3. POCHI
  4. NON SAPREI

Sia che tu abbia risposto "tanti" o " non saprei" è facile che tu perda più o meno un'ora al giorno alla ricerca di oggetti.

Probabilmente se ti liberassi di tutti gli oggetti superflui che non ti servono o non ti piacciono più potresti risparmiare fino al 20% del tuo spazio e del tuo tempo perchè:

 

  • troveresti l'oggetto che cerchi più facilmente
  • non ti lamenteresti più della mancanza di spazio
  • sarebbe più facile trovargli il posto giusto
  • avresti bisogno di meno sistemi organizzativi

 

Come ci insegna Peter Walsh, uno dei maggiori Professional Organizer americani nel suo libro "It's all too much":

"Se vuoi una vita costruita su solide fondamenta, ma non riesci nemmeno a vedere il pavimento sotto di te. Se vuoi perdere peso, ma la tua cucina è sommersa da aggeggi che nemmeno usi. Se vuoi costruirti una carriera , ma il tuo ufficio ti fa sentire male. Vuoi cambiare? Questo è il punto di partenza: la tua casa. Dove vivi, respiri, riposi, ami e crei. Dimentica i libri di auto-aiuto. Sbarazzati della confusione... Se lo fai ti prometto che ogni aspetto della tua vita cambierà in modi che non immagineresti neanche."

 

Come fare?

Ti svelo un piccolo segreto...

Immagina di partire per un viaggio che inizia dalla porta d’ingresso e prosegue per tutte le stanze della casa.

Per ognuna segna con pochi aggettivi come ti senti entrandoci, le abitudini che hai, cosa ti piace e cosa proprio non sopporti e quello che per te è essenziale.

Diciamo appunti in libertà!

 

Ci sei?

A questo punto  dovresti aver individuato lo spazio della casa dove non ti senti a tuo agio e aver scritto un elenco di oggetti che per te non sono più essenziali e che “sprecano” spazio fisico e mentale.

Ma perché non li hai eliminati finora? Probabilmente per pigrizia, perché non sai con cosa sostituirli o perché la tua parte emotiva ha la meglio.

 

Chiediti

  • Questo oggetto mi rappresenta?
  • Quando l’ho comprato mi piaceva, ma adesso?
  • Quale è l’ultima volta che l’ho utilizzato?
  • Mi soffermo a guardarlo per il piacere di vederlo in quella stanza?
  • Lo conservo perché mi è stato regalato da una persona a cui tengo/tenevo molto ed eliminandolo penso di eliminare anche lei dai miei ricordi?
  • Esiste almeno un reale motivo per continuare a tenerlo in questa stanza?

 

Poi prova a immaginare

Quanti metri quadrati occuperebbero gli oggetti che non usi e che proprio non sopporti, se li accumulassi tutti in uno spazio  della casa?

Hanno un costo non solo in termini di  spazio fisico, ma anche economico (tasse, utenze...)

In casi "estremi" addirittura potresti benissimo vivere in una casa più piccola!

 

Ora però tocca a te...

Riesci a rispondere d’istinto e in modo convincente, a queste domande?

Se la tua risposta è NO, forse è arrivato il momento di buttare l’oggetto, di venderlo o se possibile dargli una seconda vita riciclandolo o donandolo.

Non sarà semplice all’inizio, ma alla fine il benessere entrerà nella tua casa.

Dedicare del tempo e porsi sincere domande ti aiuterà a capire che sprecare spazio fisico e mentale è una cattiva abitudine.

 

Se ti serve un aiuto per intraprendere questo percorso , scrivimi a manuela.carpaneto@gmail.com e prenota un appuntamento per una consulenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.